Le cannucce di plastica permangono nei secoli: 500 anni per distruggersi


Secondo gli studi del centro Enea, oltre l’80% dei rifiuti che invadono i litorali italiani è rappresentato da plastiche, che finiscono poi in mare dove nel corso degli anni diventano «microplastiche». Queste particelle quasi invisibili ad occhio nudo vengono ingerite dai pesci e ce le ritroviamo nella catena alimentare, ovvero nel piatto. Leggi il reportage completo qui.

Share